6 x 9 = 42

“Ho sempre detto che c’era qualcosa di fondamentalmente sbagliato nell’universo…” (Arthur Dent)

Ricerche (in)utili

Posted by scardax su ottobre 3, 2009

Facciamo un piccolo inframezzo comico, visto che é il fine settimana e non ho voglia di scrivere nulla di troppo serio.
Pochi giorni fa sono stati assegnati gli igNobel per il 2009, ovvero i premi che hanno il ruolo opposto dei Nobel: premiare le ricerche apparentemente più inutili (dico apparentemente, ma forse potrei dire anche “decisamente”). Quest’anno l’onore é spettato a (evito la facile ironia perché le notizie si commentano da sole):

  • Medicina veterinaria: Catherine Douglas e Peter Rowlinson della Newcastle University, per aver scoperto che le mucche a cui viene dato un nome producono più latte delle mucche a cui il nome non viene dato (nota divertente: la Douglas non é potuta partecipare perché ha recentemente partorito, ma ha inviato una foto di lei insieme alla figlia vestita con una tuta da mucca).
  • Pace: cinque ricercatori dell’University of Bern, per aver determinato che rompere una bottiglia vuota di birra sulla testa di qualcuno é più pericoloso che rompere una bottiglia piena (almeno, questo é quello che ho capito dall’abstract della ricerca. Ero troppo impegnato a ridere). Link all’articolo.
  • Economia: ad una serie di gestori e direttori di banche Islandesi, per aver dimostrato come piccole banche possono diventare improvvisamente grandi banche, collassare, e far seguire lo stesso percorso all’intera economia nazionale (questo é un pelino cattivo).
  • Chimica: tre ricercatori dell’Universidad Nacional Autónoma de México che sono riusciti a creare diamanti dalla Tequila!
  • Medicina: Donald L. Unger, originario della California, che per esplorare le possibili cause di artrite ha fatto scrocchiare le dita della propria mano sinistra ma non quelle della mano destra, ogni giorno per oltre sessant’anni.
  • Fisica: Katherine K. Whitcome dell’University of Cincinnati per aver dimostrato analiticamente il motivo per il quale le donne incinte non si ribaltano.
  • Letteratura: An Garda Siochana, il corpo di polizia Irlandese, i cui agenti hanno multato oltre cinquanta volte Prawo Jazdy, che si é poi rivelato il termine polacco per “Patente di guida”.
  • Salute Pubblica: tre ricercatori di Chicago che hanno inventato un reggiseno che, all’occorrenza, si trasforma in una coppia di maschere antigas.
  • Matematica: Gideon Gono, governatore della Reserve Bank dello Zimbabwe, per aver fatto stampare banconote con un taglio variabile dal centesimo al centinaio di migliaia di miliardi di dollari, ed aver dato quindi alla gente una nuova maniera di affrontare l’aritmetica.
  • Biologia: tre ricercatori dell’Università di Kitasato, in Giappone, per aver dimostrato che i rifiuti organici della cucina possono essere ridotti del 90% usando batteri estratti – persone sensibili non leggete oltre – dalle feci del Panda.

Qui trovate il link originale, da cui ho tratto la traduzione (ed anche le premiazioni degli anni precedenti):

http://improbable.com/ig/winners/#ig2009

Venitemi ancora a dire che tutti i ricercatori sono persone noiose e serie, dai. Vi sfido.

Annunci

3 Risposte to “Ricerche (in)utili”

  1. Mr.Loto said

    Il mondo è bello perchè è vario….dicono….

  2. vfede said

    c’è da specificare che i diamanti ottenuti dalla Tequila..non sono veri diamanti XD sennò altro che Ignobel…
    (sono cristalli purissimi di pura Tequila, mi pare)

    vf

  3. scardax said

    Ups, l’ho scritto troppo di fretta! 😀

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: