6 x 9 = 42

“Ho sempre detto che c’era qualcosa di fondamentalmente sbagliato nell’universo…” (Arthur Dent)

Ritorno Al Lavoro

Posted by scardax su maggio 3, 2009

Ultimamente ho un po’ rallentato il ritmo, ma non é per mancanza di idee: é solo che sono obliterato (avevo sempre sognato di dire “obliterato”) di cose da fare per l’Università. Non ho comunque battuto la fiacca, e sono riuscito a finire di tradurre un altro articolo per la sezione “Cos’é la Realtà”, sulla Freccia del Tempo:

https://seipernove42.wordpress.com/cose-la-realta/la-freccia-del-tempo/

In verità me ne mancava ancora uno sulla Fisica Quantistica, ma per il momento l’ho lasciato da parte e sono passato a questo, perché lo reputo uno dei più interessanti: ad esempio, pone la domanda “Perché non possiamo ricordarci del futuro?“.

Per il resto, ho un sacco di idee da realizzare, ed anzi stavo pensando di ritentare un famoso esperimento sociale di qualche tempo fa, pero’ avrei bisogno di una persona che abiti abbastanza lontano (ad esempio, in America, o meglio ancora in Australia) e che sia disposta a farsi scocciare da qualche email. Qualche idea?

Annunci

2 Risposte to “Ritorno Al Lavoro”

  1. Ido said

    Buongiorno,
    ho letto l’articolo,”ritorno al lavoro” e riguardo l’esperimento che vorresti proporre immagino gia’ cosa si vorrebbe fare, pero chiedo gentlmente di essere contattato. Vivo a madrid, e sono uno uno studioso che esperimetna quotidianamente la fisica quantisca associata alla psicologia umana, e anche se non sono dall’altra parte dell’oceano, penso che posso essere di aiuto in questo. Se vuoi contattarmi alla mail che ti ho lasciato, non esitare a farlo.

    A presto,
    Ido

  2. scardax said

    Prima di tutto, ti ringrazio moltissimo per la disponibilità.
    L’idea sarebbe quella di provare una versione leggermente modificata degli
    esperimenti di Milgram sui Sei Gradi di Separazione:
    http://en.wikipedia.org/wiki/Small_world_phenomenon

    Forse li conosci: Milgram selezionava numerose decine di persone dall’elenco
    telefonico, e gli chiedeva di inviare una cartolina ad un’altra persona (di
    cui gli comunicava solo il nome e la provincia di residenza). Nel caso non
    conoscessero quella persona, avrebbero dovuto inviarla all’amico o
    conoscente che pensavano sarebbe stato il più indicato per “forwardare” la
    cartolina stessa alla persona.
    Nonostante moltissime cartoline alla fine si perdessero, si scopri’ che la
    media di “salti” effettuati era compresa proprio fra 5.5 e 6.

    Penso sarebbe interessante scoprire quanto varia la situazione nell’era del
    Web (ovviamente il problema sarebbe trovare abbastanza persone decise a
    partecipare, ma con una email “prescritta” si tratterebbe di una decina di
    secondi persi e potrebbe anche essere divertente).

    Era quello che pensavi? Ovviamente sei anche libero di darmi dell’idiota 😀

    Simone Scardapane

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: