6 x 9 = 42

“Ho sempre detto che c’era qualcosa di fondamentalmente sbagliato nell’universo…” (Arthur Dent)

Piccoli Terroristi Crescono

Posted by scardax su febbraio 6, 2009

Magari avrete sentito il casino che sta succedendo in Iran. Si sono messi a costruire centrifughe per l’Uranio, e gli Stati Uniti li accusano di volersi costruire la propria bomba atomica. Del resto, bisogna capirli, gli Iraniani. Oggi non sei nessuno se non hai un’atomica in casa. Anche piccola.

Quindi, costruiamocela.

Prima di tutto, visto che a noi piace capire quello di cui si sta parlando, riassumiamo le idee alla base di una bomba atomica. Al suo interno si trova del materiale detto fissile, che viene bombardato con dei neutroni, “spaccandosi” in due, e liberando nel contempo altri neutroni ed un bel po’ di energia. I neutroni liberati, poi, vanno a colpire altro materiale fissile, e se di quest’ultimo ce n’é abbastanza (la soglia viene detta “massa critica“), la reazione diventa incontrollata e si ha il grande botto. A dirlo é semplice, a farlo non cosi’ tanto (altrimenti anche il Botswana avrebbe la sua bomba, e di certo non ci sentiremmo troppo tranquilli).

Prima di tutto, com’é chiaro dal precedente paragrafo, necessitiamo di materiale fissile. Se siete dei poveracci (oppure il capo del Botswana che ha trovato questo articolo su Internet cercando “Come costruirsi la propria bomba atomica e non essere più chiamati ‘Il Paese delle Banane’“), vi potete accontentare dell’isotopo 239 del Plutonio: essendo uno dei prodotti di gran parte dei reattori nucleari, se ne trovano in grandi quantità, se avete gli agganci giusti. Solo nell’atmosfera ce ne staranno 10 tonnellate, mentre nei depositi se ne stimano un’altra ventina. A voi ne servono una decina di chili, e se avete visto abbastanza film americani, infiltrarvi in un qualche stabilimento di conservazione del Plutonio dovrebbe essere facile. Se invece volete fare le cose in grande, dovrete procurarvi qualche chilo di Uranio, quindi infilarlo in speciali lavatrici per separare l’isotopo 235 (datelo ai vostri bambini per giocarci, non vi serve a niente) dal 238, che é quello figo che fa boom, e ripetere il procedimento un bel po’ di volte. Naturalmente non dimenticatevi che sia Uranio che Plutonio sono radioattivi (ed il Plutonio anche nettamente tossico), quindi se siete riusciti ad infiltrarvi in una centrale, vi consiglio di requisirla direttamente cosi’ la potrete pure usare per lavorare il materiale fissile.

Il secondo punto é più semplice: vi serve dell’esplosivo per far partire la reazione. La scelta di riferimento é il Trinitrotoluene (o TNT), che puo’ anche essere tagliato con del nitrato d’ammonio per ottenere dell’amatolo, che é un altro esplosivo abbastanza in voga. Vi ricordo che anche il TNT é tossico, quindi non é ancora venuto il momento di lasciare la centrale nucleare. Se siete fanatici di Metal Gear, va bene anche il Semtex, che oramai si trova pure su eBay, a cercarlo bene. Se proprio non trovate nulla di tutto cio’, potete accontentarvi anche di un po’ di gelatina esplosiva (o Gelignite).

Il terzo punto é facilissimo: avete bisogno di un detonatore. Per farlo, procuratevi un qualunque servomeccanismo radiocomandato (ne trovate in qualunque modellino da radioamatore), e con qualche piccola modifica lo potrete usare per attivare una capsula che farà partire l’esplosione. Niente di più semplice.

Infine, passiamo alla costruzione vera e propria: lavorate il materiale fissile in modo da ottenere due semisfere, separate fra loro da circa 4 cm; rivestite il tutto di esplosivo in maniera quanto più omogenea possibile, incollateci il detonatore, ed inserite il tutto in una scatola di metallo, avendo cura di incollarcela bene in modo da evitare detonazione non previste.

Ecco fatto. Buon divertimento. La settimana prossima passiamo a costruire qualcosa di più serio.

Ringrazio softpedia per l’articolo che mi ha dato l’ispirazione:
http://news.softpedia.com/news/How-To-Make-An-Atomic-Bomb-53392.shtml

Annunci

4 Risposte to “Piccoli Terroristi Crescono”

  1. vfede said

    best lol ever
    ma se uno si mette la gelatina esplosiva in testa e poi si accende una sigaretta che succede? XD
    vf

  2. BerryHey' said

    Rivestite la vostra bomba di colla vinilica diluita in acqua.
    …fatto?
    Ora dipingetela ed avrete la vostra bomba atomica personalizzata! Truccatela da melone, da anguria, da pacco regalo!

    Un saluto da Giovanni Mucciaccia

    L.

  3. AkiRoss said

    AHAHHAHAH Che ridere, BerryHey!!! 😀

    Mmh la cosa che mi diverte davvero sugli articoli online di come fabbricare armi, e’ che – a parte la semplicita’ di come la mettono – se qualcosa va storto ti ammazzi 😀 AHAHAHA!

    Quello che davvero mi incuriosisce e non ho ancora trovato in giro (non l’ho neanche cercato bene 🙂 e’ come farsi una bomba ai neutroni: il nome fa molta piu’ scena!! XD

  4. Caterina said

    Quando vedremo partire un pò di caccia americani alla volta del Botswana…sapremo che qualcuno sta tentando di sfruttare la potenzialità creativa-distruttiva di questo post.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: