6 x 9 = 42

“Ho sempre detto che c’era qualcosa di fondamentalmente sbagliato nell’universo…” (Arthur Dent)

Guardare Oltre l’Orizzonte

Posted by scardax su ottobre 16, 2008

I grandi nomi dell’Informatica – Parte 1

Da qualunque punto di vista lo si guardi, é evidente che, oggigiorno, esistono ancora certe attività che sembrano essere destinate prevalentemente ad un solo sesso. Voglio dire, prendete l’informatica: il numero di donne che ci lavora é, come dire… imbarazzante. Potete appartenere alla schiera dei politically correct e dire che é colpa della cultura, oppure essere pionieri del neodeterminismo e puntare il dito contro i geni, ma il risultato é sempre lo stesso: prendete un informatico a caso, e con una grandissima probabilità questi sarà un uomo. Il che é paradossale, poiché il primo programmatore della Storia fu, neanche a dirlo, una donna. Ma andiamo con ordine.

Verso gli inizi del 1820, mentre in Spagna i rivoluzionari davano inizio ai loro moti, e Young e Champollion decifravano finalmente i geroglifici, un matematico inglese chiamato Babbage anticipava i tempi, e seguendo i pensieri di altri filosofi e scienziati (fra cui il celebre Pascal), progettava la prima macchina in grado di eseguire dei calcoli in maniera automatica, la Macchina Differenziale, capace di compiere alcune semplici operazioni su polinomi. Finanziata direttamente dal Governo Britannico, la sua costruzione si scontro’ pero’ con la tecnologia di allora, non sufficientemente buona da permetterne l’utilizzo.

Babbage pero’ non si scoraggio’, e pochi anni dopo progetto’ una nuova Macchina, questa volta battezzata Analitica, che era una rivoluzione nella rivoluzione: basandosi sul telaio automatico del Francese Jacquard, la macchina avrebbe in teoria dovuto utilizzare delle schede perforate per essere programmata, rendendola capace di eseguire praticamente qualunque calcolo. La Macchina aveva anche numerose altre innovazioni, fra cui una memoria in cui memorizzare risultati intermedi ed un sistema di controllo dei risultati. Anche se la sua costruzione non inizio’ neanche (reduce del semi fallimento della prima, nessuno finanzio’ questo ulteriore progetto), essa attiro’ comunque diverse attenzioni, fra cui quelle della notevole figlia del poeta Lord Byron, Ada Lovelace. Istruita alla Matematica fin dalla più giovane infanzia dalla madre che non voleva che seguisse le orme del padre, Ada supero’ anche Babbage in quanto a visioni futuristiche, arrivando a predire in un articolo che le sue Macchine sarebbero state vitali per la Scienza, ed allegando il primo programma informatico della Storia, capace di calcolare i numeri di Bernoulli.

Chiaramente, l’interesse verso Babbage e Ada Lovelace é più che altro Storico (e forse poetico), visto che la vera marcia dell’Informatica sarebbe cominciata circa un secolo dopo, e le loro idee sarebbero state scoperte nuovamente, ed in maniera indipendente, da altri. Nondimeno, entrambi continuano a far discutere: recentemente, un team di ricercatori é riuscito a costruire una macchina Analitica realmente funzionante, dimostrando che il progetto era valido, mentre é ancora acceso il dibattito provocato dalle affermazioni di Ada secondo cui “le macchine fanno solo cio’ che gli diciamo di fare“, una delle principali argomentazioni utilizzate contro l’Intelligenza Artificiale.

Ma questa é un’altra storia.

Annunci

Una Risposta to “Guardare Oltre l’Orizzonte”

  1. Lorenzo said

    Volevo commentare solamente l’ultima parte che hai scritto, quella relativa all’Intelligenza Artificiale. E’ vero, per adesso le macchine fanno ciò che gli diciamo di fare, ma non è detto che in futuro le cose non cambino e, sinceramente, non so se essere contento o terribilmente preoccupato. L’idea di avere un insieme di righe di codice “pensante” all’interno del pc mi affascina ma al tempo stesso, riflettendoci bene, mi inquieta non poco sapere che esiste una possibilità simile, soprattutto in un mondo malato come il nostro.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: